Cosa è la tastiera meccanica

Diffusione, successo e principali caratteristiche

Quando scriviamo un testo o giochiamo al computer, dobbiamo necessariamente battere le dita sulla nostra tastiera.

Quella su cui scrive la stragrande maggioranza delle persone è definita tastiera a membrana, così chiamata, perché sotto i tasti è presente una struttura in gomma su cui alloggiano i singoli tasti.

Questo sistema è sostanzialmente immutato dai tempi dei primi PC. Una soluzione pratica e soprattutto a basso costo.

Tecnicamente, alla pressione del tasto la membrana si abbassa, crea un contatto e il comando corrispondente viene inviato al computer.

Non è mia intenzione entrare in aspetti eccessivamente tecnici, ma una prima e fondamentale differenza che si può notare è che con questo tipo di tastiera è necessario premere il tasto fino a fondo corsa per attivarlo.

Bisogna anche ricordare che in un sistema del genere, al vantaggio di una maggiore economicità , bisogna pagare il dazio di una velocità di esecuzione più lenta, meno precisa e di un’usura progressiva dovuta all’invecchiamento delle membrane.

Queste considerazioni, soprattutto quelle riguardanti la velocità di scrittura, possono sembrare superficiali, ma la sorpresa di chi prova a scrivere su una tastiera meccanica, riesce praticamente sempre a placare lo scetticismo di chi non crede a questo aspetto.

L’arrivo, anzi il ritorno delle tastiere meccaniche

Più o meno verso la fine dei primi anni 2000, gli esports iniziavano a diffondersi capillarmente, ben più di quanto avessero fatto con la prima ondata della fine dello scorso secolo.

Gli RTS come League of Legends hanno necessità che i tasti rispondano molto rapidamente per riuscire ad eseguire i tanti comandi con la massima velocità possibile.

Questa necessità è stata raccolta da alcuni produttori per riportare in auge tastiere rivolte unicamente a settori professionali e lavorativi.

Le tastiere meccaniche, infatti, non sono una novità degli ultimi anni, ma esistono dalla nascita dei primi personal computer. Solo la necessità di ridurre i costi produttivi le ha accantonate a favore di quelle a membrana, riservando loro, come scritto sopra, l’uso solo in ambito professionale o una nicchia di appassionati.

Quindi, quale migliore occasione per andare a occupare un settore dove già i monitor e i mouse stavano vivendo una nuova giovinezza grazie ai videogiochi?

Il mercato del sud est asiatico era l’ideale per poter presentare queste nuove tastiere pensate per i gamer.

Una mirata politica di sponsorizzazioni ha permesso ai loro nuovi prodotti di essere visibili e diventare l’oggetto del desiderio di tantissime persone che avvertono il desiderio e il bisogno di migliorare le proprie prestazioni con l’ausilio di una tastiera meccanica che migliori i tempi di risposta rispetto alle versioni tradizionali a membrana.

Cosa cambia con la tastiera meccanica

La grande differenza è nella struttura interna del tasto: non più gomma, ma un solido sistema (sarebbe meglio dire tanti sistemi a seconda della propria esigenza) che rende l’esecuzione del comando più rapida e precisa.

A questi importanti vantaggi, perché ciò che si chiede alla tastiera è velocità, precisione e affidabilità, corrisponde quello che per alcuni è considerato un difetto, ma per gli amanti delle tastiere meccaniche è invece un pregio: il rumore più accentuato.

Ebbene sì, addio a quel ticchettio ovattato o soffuso delle tastiere classiche o dei notebook. Con le tastiere meccaniche il rumore diventa segno di distinzione, più o meno marcato in base alla tastiera scelta. Un richiamo, a seconda del sistema usato, che ricorda più le macchine da scrivere che la tastiera da 10 euro acquistata senza pensieri in un grande magazzino.

C’è un altro aspetto molto importante da considerare: la pulizia interna. Chiunque abbia avuto a che fare con una tastiera tradizionale a membrana, sa quanto sia difficile pulirla. Al suo interno si annida di tutto, dai capelli al cibo, passando per qualsiasi cosa possiate immaginare…

Con una tastiera meccanica, questa operazione è molto più facile. Sarà meno ‘maschia’, ma certamente più igienica con grandi vantaggi per tutti.

Le funzionalità

Ci sono però altre funzionalità importanti che distinguono le tastiere meccaniche da quelle tradizionali. Possiamo elencarle di seguito:

  • Retroilluminazione
  • Funzioni macro
  • Impostazione profili di gioco
  • Anti ghosting

Ognuna di queste caratteristiche può essere più o meno presente ed enfatizzata in un singolo modello, rendendo di fatto l’universo delle tastiere meccaniche, estremamente vario e meno ingessato rispetto a quello che siamo abituati a vedere solitamente davanti al monitor.

Retroilluminazione

Scrivere o giocare con i tasti illuminati è qualcosa che sino a qualche anno fa non avremmo mai immaginato. Ora è diventato un piacevole vezzo che può rendere unica una tastiera.

Con la diffusione delle luci a led, questa caratteristica è stata implementata con estrema facilità dai produttori, desiderosi di dare vita alle proprie tastiere.

Ne possiamo vedere di tantissimi tipi, da quelle con un solo colore uniforme a versioni totalmente custom che consentono incredibili personalizzazioni a seconda del proprio gusto o dell’attività in corso.

Va detto che oggi ci sono tante tastiere a membrana retroilluminate, ma è stata l’introduzione nel settore delle meccaniche a lanciare questa funzione.

Ovviamente, maggiore sarà il costo della tastiera e maggiori saranno le funzioni e la libertà di customizzazione nell’illuminazione.

Questo non esclude naturalmente la presenza di tastiere molto più sobrie e tradizionali, ma l’eleganza di un design tradizionale, accompagnato a un’illuminazione coerente, garantisce un risultato d’impatto che sorprenderà anche gli scrittori più tradizionalisti.

Funzioni macro

Chi programma o usa spesso i fogli elettronici, conosce l’importanza di poter impostare le macro. Con questo termine si indica la possibilità di registrare su un unico tasto, operazioni molto più lunghe e complesse.

Molte tastiere meccaniche propongono questa possibilità, consentendo di mappare dei tasti preposti a questo scopo.

Il vantaggio di un’opportunità del genere è facilmente intuibile per i videogiocatori. Pensa di poter ridurre a pochi tasti, tutta una serie di sequenze che, ripetute più volte in pochi minuti, mettono a dura prova abilità e resistenza.

Non c’è dubbio che, per riuscire a fare lo step successivo nel proprio gioco preferito, soprattutto se si tratta di rts, moba e gdr, l’uso delle funzioni macro sia diventato praticamente obbligatorio.

E’ un doping meccanico legalizzato e come tale, diventa imprescindibile se vuoi competere con i giocatori migliori.

Impostazioni profili di gioco

Legato alle funzioni macro, molte tastiere meccaniche consentono anche la creazione di profili di gioco.

Si tratta di impostazioni predefinite e richiamabili ogni volta che si desidera e consentono di giocare con i tasti già configurati a seconda delle proprie necessità.

Una funzione utilissima se si gioca a diversi titoli con comandi e impostazioni molto diversi tra loro.

Anti ghosting

I videogiocatori hanno la necessità di premere più tasti contemporaneamente. Tantissimi giochi richiedono combinazioni di più tasti cliccati contemporaneamente e gran parte delle tastiere tradizionali non è in grado di eseguire correttamente questi comandi. Se tante volte hai pensato di aver premuto male, forse non hai tutte le responsabilità.

Le tastiere a membrana più diffuse hanno una grossa limitazione in questo senso: non è possibile eseguire comandi con più di due o tre tasti premuti nello stesso momento. Inutile tentare, perché il computer perderà l’input e restituirà un comando nullo.

Il grande vantaggio delle meccaniche è che ogni tasto ha il proprio input. Questo consente di eseguire comandi molto più complessi, sebbene ne esistano diverse tipologie a seconda della fascia di prezzo.


Happy Hacking Keyboard Professional 2

  • Layout 60%
  • Switch Topre
  • Altissima qualità

Acquista

In qualità di Affiliato Amazon, tastierameccanica.it riveve una commissione dagli acquisti idonei